Come impostare la camera per riprese aeree con drone

In questo ambito parleremo del set-up della nostra fotocamera per realizzare immagini aeree. Se abbiamo una buona fotocamera, prima di decollare dovremo prendere alcune decisioni per poter realizzare al meglio le immagini, dal momento che in volo non è possibile modificare alcuni parametri.
Di cosa ci dobbiamo preoccupare?
bilanciamento del bianco: tutte le fotocamere danno la possibilità di impostare il bianco. Personalmente preferisco non utilizzare il bianco automatico, in quanto in volo, in condizioni meteo di variabilità (nubi che oscurano il sole), la camera può effettuare il cambio del bianco in un momento inopportuno (può succedere che lo effettui proprio durante una registrazione, ed in questo caso dovremo effettuare un cambio di colorimetria in post-produzione). Possiamo utilizzare un preset, e sarà più facile, poi, eventualmente cambiare la colorimetria dell’intera clip girata.
scelta della modalità: come sappiamo, possiamo scegliere le modalità di ripresa della fotocamera (P= automatica, A= priorità di diaframma, S= priorità di otturatore, M= manuale). A seconda delle esigenze, dovremo selezionare quella più adatta. Per esempio: per un paesaggio ampio con una luce tendenzialmente non variabile, potremo selezionare la modalità manuale, pre-impostando i valori corretti: in questa maniera non dovremo preoccuparci di un cambio di valori durante il volo. In situazioni differenti, dobbiamo dare alla camera la possibilità di adattarsi alle varie condizioni di luce. Personalmente preferisco utilizzare la modalità A a priorità di diaframma, tenendo valori di diaframma (se la quantità di luce è sufficiente) abbastanza alti (8, 11 o anche 16 per le giornate di sole), per un motivo che andremo a spiegare nel prossimo punto. In condizioni di luce estremamente variabile sarà invece opportuno lasciare il completo automatismo alla macchina, tenendo conto però che a valori di diaframma bassi (2.8, 4, 5.6) ridurremo la profondità di campo, rischiando di non aver a fuoco alcune zone dell’immagine
regolazione del fuoco: ora dobbiamo parlare di un aspetto più tecnico, inerente al problema della profondità di campo all’interno del campo visivo che vogliamo inquadrare. Come ben sappiamo, se ci avviciniamo ad un soggetto che per la nostra camera risulta già a fuoco, prima o poi perderemo il fuoco sul soggetto stesso, a meno di non adattare in tempo reale il fuoco sul nostro obiettivo.
Partendo dal presupposto che non possiamo interagire, durante il volo, con la camera sul nostro drone, dovremo escogitare un piccolo accorgimento.
Chiudendo il diaframma della camera (selettore su A, priorità di diaframma), aumenteremo la profondità di campo. Ovviamente questo inciderà sulla quantità di luce che arriva al nostro sensore, il che vuol dire che potremo effettuare questo trucco solo in situazioni ben illuminate (condizioni diurne, con luce naturale). Dovremo selezionare il corretto valore di diaframma per trovare il giusto rapporto profondità di campo/luminosità.

Come ultimo consiglio, mi desidererei soffermare proprio sull’aspetto della luce.
Non sottovalutiamo questo aspetto, quando andiamo a fare riprese aeree col drone !!!
La luce, nella fotografia e nel video, ha un aspetto fondamentale non meno della preparazione stessa del soggetto o dei movimenti. La luce dell’alba o del tramonto sarà sempre più calda e avvolgente di una luce piatta col sole estivo molto alto !! Inoltre, se dovremo effettuare delle riprese, per esempio, ad un edificio, non dimentichiamo di valutare come sarà illuminato nel momento in cui andiamo a girare le immagini. Una bella villa con la facciata in ombra e magari in controluce, non avrà alcun senso, mentre se avessimo programmato il volo solo qualche ora prima, o dopo, avremmo avuto le condizioni di luce ottimali !!!
Inoltre, non dimentichiamo, che il drone in volo avrà una sua ombra: per cui dovremo valutarne anche i movimenti per assicurarci di non estromettere dalla ripresa la sua stessa ombra.

Vi lascio ricordandovi che non si può volare dappertutto !!! Evitiamo gli assembramenti di persone, se non vogliamo incorrere in rischi inutili, oltre al fatto che staremmo operando fuori dai limiti di legge !! Ricordiamoci tutti che c’è un regolamento da rispettare, esattamente come il codice stradale quando ci mettiamo alla guida.
Fatto questo…..buon volo !!